Le maschere tribali della IIB
  • Condividi su:

Arti Figurative - Le maschere tribali della IIB - La pittura è una poesia muta

Richiedi informazioni

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite e-mail di comunicazioni informative e promozionali, nonché newsletter da parte del Titolare in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate
* Campo Obbligatorio
Gli studenti di III B alla Pinacoteca Tosio Martinengo
Martedì 4 giugno, gli studenti di III B, insieme alle docenti Francesca Brunori e Emma Tosoni, si recheranno in uscita didattica alla Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia....
Torneo interno di calcio e di pallavolo del 4 giugno
Il Prof. Pedersoli ha organizzato in data martedì 4 giugno un torneo interno di calcio e di pallavolo con classi miste. L’attività si svolgerà dalle ore 8.00 alle 14.00.Gli ...
Gli studenti di I A in biciclettata e a lezione di equitazione
Lunedì 3 giugno, gli studenti di I A, insieme al professor Pedersoli e alla prof.ssa Fantino, saranno impegnati in una biciclettata dalla stazione di Bicimia, passando per il parco delle cave f...
5x1000 al Gruppo Foppa - 2024
Anche quest’anno è possibile destinare il 5 per 1000 per sostenere la formazione dei giovani e le iniziative formative del Gruppo Foppa. Per dare il proprio contributo, nella di...

“La pittura è una poesia muta, e la poesia è una pittura cieca”, diceva Leonardo Da Vinci.
Facendo riferimento a questa citazione la professoressa Erika Cunja con i ragazzi della II B hanno constatato che anche le maschere tribali possono essere considerate una forma di poesia muta!

Le maschere tribali accostano forme, linee, colori secondo schemi e ritmi stilistici come la poesia accosta parole secondo particolari leggi metriche. Sono simboliche perchè evocano qualcosa d’altro e suscitano emozioni come la poesia utilizza metafore per evocare qualcosa d’altro. Le maschere diventano tramite per parlare con gli spiriti e le divinità.

Ogni particolare è simbolico perché rappresenta una qualità dell’animo umano o un’emozione: “gli occhi socchiusi rappresentano la pazienza, il dominio di sé; gli occhi piccoli possono rappresentare l’umiltà, mentre la bocca grande rappresenta la forza e l’autorità. Le ciglia arcuate e gli occhi a mandorla ricordano invece la bellezza femminile".

Il primo disegno del lavoro realizzato è una copia realistica a grafite di una foto della maschera scelta.
Il secondo, invece, rappresenta una maschera inventata, facendo riferimento a ritmi stilistico osservati, realizzata con campiture piene di nero e bianco, sottolineando così il contrasto fra zone piene e vuote, per restituire un’immagine forte e incisiva. 

5x1000 al Gruppo Foppa
Serata della Moda 2024 - Gruppo Foppa Fashion Performance
Bilancio di missione 2022/23
Open Day
Cerchi lavoro?
Progetti di Arti Figurative
Progetti Architettura e Ambiente